Allena la tua creatività, attraverso il Visual Thinking

Oggi condivido la traduzione di un articolo scritto da una partecipante al workshop “Allena la tua creatività, attraverso il Visual Thinking” che ho impartito nell’ambito del programma “La conoscenza di sé, una scorciatoia verso la felicità” organizzato dall’Associazione Petit Hollywood di Sabadell, vicino a Barcellona. 

“Chi sa disegnare alzi la mano”. Cosí inizia il workshop di Visual Thinking al quale partecipiamo il 27 gennaio scorso. Solo alcuni alzano la mano. Continua a leggere Allena la tua creatività, attraverso il Visual Thinking

Si puó disegnare un percorso di Essential Coaching?

Mestieri difficili da spiegare

Avrei potuto trovarmi una professione facile da spiegare. Che ne so, l’hostess di volo, o la pittrice, per esempio. E invece no. Ogni volta che qualcuno mi chiede “che lavoro fai?” io rispondo con la domanda: “quanto tempo hai?” perchè è un po’ complicato. E non è (solo) perché mi piace fare l’interessante. Mi capitava già prima di cambiare lavoro. Le risposte al mio “Faccio la designer industriale”  andavano dall’ “ah, capisco…” con faccia da fai-finta-di-sapere, all’ “ah allora disegni i bulloni?” con conseguente spiegazione del mio impiego creativo, che non aveva soltanto a che fare con i bulloni. Anzi quasi niente bulloni se possibile, ma con il treno nelle sue varie parti, in contatto con gli umani, che lo usano ogni giorno. Semplificando molto, ci voleva circa una mezz’oretta.

Ora che mi dedico all’ Essential Coaching, spiegare quel che faccio di mestiere sembra ancora più difficile da spiegare a parole.

Le immagini e i disegni sono grandi alleati, sia durante le sessioni, sia per semplificare la spiegazione del mio lavoro. In questo post il Visual Thinking, o pensiero visuale, illustra un esempio di percorso di Essential Coaching. Grazie alle sue notevoli abilità grafiche, i 12 incontri di Essential Coaching con il cliente Chiamiamolo Marco sono qui raccontati attraverso immagini semplici, ma eloquenti. Continua a leggere Si puó disegnare un percorso di Essential Coaching?

Per che cosa ringrazi il 2017?

È passato un sacco di tempo dall’ultimo mio post qui. Questo 2017 che sta per finire è stato generoso con me, e mi ha portato un sacco di momenti memorabili. Ne scrivo qualcuno qui, con la promessa di approfondirli con calma e condividere con te le cose che ho imparato.

A Gennaio, ho visitato Oporto. Un posto magnifico, in riva al fiume, pieno di poesia e di aria frizzante.

A Febbraio ho cambiato casa. Ho conosciuto un nuovo quartiere di Barcellona ed affrontato una convivenza difficile. Un periodo un po’ buio, ma non per questo privo di stelle.

Lasciare il mio appartamentino modernista al Poble Sec fu uno dei momenti più difficili del 2017.

A Marzo, ho condiviso con un team eccezionale, esperienze di formazione in luoghi inaspettati.
Ad Aprile, ho trovato una nuova casa piena di sole, in riva al mare, nel quartiere che tanto mi era dispiaciuto lasciare. Che felicità!

A Maggio, ho passato una notte magica in un hotel a 5 stelle, come premio alla migliore foto. Ed ho ammirato Barcellona da posti segreti.

A Giugno ho ri-incontrato dopo tanti anni una persona speciale, e ho ascoltato con lei l’Orchestra Sinfonica sulla spiaggia.

A Luglio mi son presa uno degli acquazzoni piú forti mai visti. E ho dato formazione in una torre, in riva al mare. Un desiderio esaudito!

Clicca qui per sentire la canzone che avevo in testa mentre smetteva di piovere.

Ad Agosto mi sono innamorata, ho visitato ed ospitato persone fantastiche, sono salita in cima a una montagna di oltre tremila metri, e mi si è spezzato il cuore per i fatti delle Ramblas.

A Settembre mi sono divertita un sacco in aula con i colleghi formatori, in Toscana e in Catalunya. E ho ballato per tutto il concerto dei Rolling Stones all’Estadi Olímpic. Mitico!
Ad Ottobre ho iniziato a studiare Cabala, ed ho conosciuto un gruppo di menti meravigliose. Ho pianto al veder bruciare la mia terra d’origine. È stato un mese di fuochi, di rabbia e di vulcani in eruzione.

Cabala, Enneagramma, Saggezza Hindú e Buddista applicati all’Essential Coaching. +info:essentialinstitute.org

A Novembre, ho approfondito lo studio dell’Enneagramma e ho visto quasi tutti i film di Terrence Malick, pieni di filosofia, spiritualità e Bellezza.

A Dicembre ho visitato la “macchina del tempo” di Pompei, ed ho scoperto i lati positivi che puó avere una violenta eruzione vulcanica. Continuo a studiare le tradizioni di Saggezza Orientale, ed ogni giorno le avvicino di più alle mie sessioni di Essential Coaching.

Vuoi sapere come? Prenota il tuo percorso di Essential Coaching .

Com’è stato il tuo 2017? Quali sono i tuoi desideri e progetti per il 2018? Condividi nei commenti!

10 regali per prenderti cura del tuo bambino interiore

In quale momento della tua vita hai smesso di essere bambino? Nell’essere più profondo di noi stessi, c’è ancora lo spirito di quel piccoletto, che un po’ di anni fa era irrequieto, allegro, vitale. In che momento te ne sei dimenticato? Quand’è che l’hai messo a tacere?

Quando mi trovo nel dubbio o in difficoltà nella vita di ogni giorno, a volte il rimedio è ristabilire il contatto con la versione di me più pura, innocente e creativa: la mia bambina interiore. Continua a leggere 10 regali per prenderti cura del tuo bambino interiore

Il brianzolismo, mia nonna e il “dover fare”

Quand’è stata l’ultima volta che ti sei seduto a respirare, senza fare niente? Come ti sei sentito? Avevi già finito di fare “tutto quello che dovevi fare” o stavi pensando a quel che c’era da fare dopo?

Nella società in cui viviamo, passiamo la maggior parte del nostro tempo a “fare” cose, e quando non stiamo facendo nulla, a pensare di “dover fare” qualcosa.
Da dove viene questo “dover fare” delle cose per sentirci bene? Che cosa ci fa annoiare, preoccupare o pensare a liste infinite di compiti, anche quando stiamo nel letto, sul sofá o in posti cosí belli che non hanno bisogno di nient’altro che essere vissuti? Continua a leggere Il brianzolismo, mia nonna e il “dover fare”

Le Balene e la Saggezza

Quest’anno per il mio compleanno, a fine luglio, ho ricevuto in regalo dei pennelli. Erano anni che rimandavo di imparare a dipingere ad acquerello, cosí ad agosto ho deciso di comprarmi i colori e iniziare a “giocare”.

Dopo i primi tentativi, un po’ goffi ma divertenti, mi sono appassionata a dipingere balene. Le incontrai l’anno scorso, in Patagonia, e mi sono rimaste dentro. A settembre scorso sono stata ad un incontro interessantissimo con Phillip Hoare, autore del libro Leviathan, or the Whale (Leviatano, ovvero  la Balena): Il libro che stavo leggendo un anno fa, ad ottobre, sulla spiaggia di Puerto Madryn, quando d’improvviso sentii uno sbuffo e, al sollevare lo sguardo dalla pagina, vidi una balena e il suo “piccolo” nuotare nell’oceano di fronte a me. Per poco non mi metto a piangere di gioia. Continua a leggere Le Balene e la Saggezza

Scopriamo insieme il tuo Ikigai?

In queste ultime settimane ho deciso di condividere con te diversi passi del mio percorso di trasformazione personale e professionale, da designer di trasporti espatriata, con impiego fisso in uno studio di Barcellona, a libera professionista, viaggiatrice e Continua a leggere Scopriamo insieme il tuo Ikigai?

Sei felice? 10 consigli del Dalai Lama per esserlo.

Qualche anno fa, mi trovai tra le mani un libro del Dalai Lama. Mi era appena successa una cosa che avrebbe cambiato la mia vita per sempre, e mi trovavo in un momento di grande fragilità ed infelicità. Credo che i libri siano dei  messaggeri che ci accompagnano e ci danno consigli Continua a leggere Sei felice? 10 consigli del Dalai Lama per esserlo.

Una domanda difficile e una più facile

Nel post precedente ti ho descritto cinque dei messaggi che il mio corpo mi stava mandando, per farmi capire che era ora di fare qualcosa. Lavorare per troppe ore al giorno, per periodi così lunghi, con tutta quella tensione, non era più sostenibile. Dopo essermi sentita sul punto di morire soffocata, corsi dal medico, che mi diede un foglio valido per Continua a leggere Una domanda difficile e una più facile

Cinque sintomi che reclamano un cambiamento

Chiudi gli occhi e conta fino a cinque. Che cosa ti sta dicendo ora il tuo corpo? Quali sono i messaggi che ti sta inviando? Senti dolore o molestia in qualche preciso punto? Puoi fare un profondo respiro? Ti senti stanco o riposato?

Ti racconto una storia. La storia di come, un giorno di primavera, sono scoppiata. Continua a leggere Cinque sintomi che reclamano un cambiamento